Storie partigiane scritte e disegnate

ACIDUS

Written by

Viaggi fuori dai paraggi e senza agi! Guida d'Italia Immaginaria ma non tanto!

Ottobre 20 2018
Astronauta a Napoli Astronauta a Napoli Leonardo Magliacano

Nell'ordine avrei da suggerirVi alcuni luoghi di vacanza rimasti ancora intonsi da piede e sguardo turistico, santuari sconosciutissimi anche alle scafate guide turistiche più rinomate ed originali dell'orbe terracqueo...

nell'ordine sono:

  • L'isolotto di S.Nicasio Camuso. Al largo dell'arcipelago delle Egadi c'è uno dei miniparchi naturali in forma di scoglio cilindrico di circa 187mq. La permanenza in questo luogo paradisiaco è da condividere con l'ultima colonia di Testuggini Mandolino (Chytaro Testudo) del mediterraneo e con gl' aggressivissimi uccelli Grifoni Ruttanti (Griphorutho Avis) noti per il profondo e rimbombante verso gutturale che emettono ogni mezz'ora per segnalare il loro predominio territoriale. Per non dimenticare anche della loro peculiare abitudine a segnare con aromatico e fluorescente guano il loro nido e i dintorni! Questa perla incastonata nel centro del Mediterraneo, è raggiungibile una volta ogni tre settimane grazie alla buona volotà dell'unico guardiano del luogo Peppuzzu U'Nfami, alcolizzato e semicieco, unico ed incerto conoscitore della oscura rotta per raggiungere il sudetto ameno isolotto!
  • Lucupegnanodigiù. Ameno ed ubertoso paesino del profondo Salento i cui tre abitanti tre, stabili, si alternano settimanalmente nei ruoli di Sindaco,Parroco e Scemo del paese...Nel periodo estivo l'originalissimo ed ormai rarefatto paesino della assolata e disidratata pianura meridionale è famoso per la sua rassegna estiva di musica e teatro popolare a beneficio degli scarni turisti capitati lì per caso, o perdutisi in quei luoghi dall'incerta segnaletica locale...Nei ruoli principali di presentatore, vallettascosciata-sexy e suonatore d'organetto con piattino sono sempre gli stessi tre abitanti tre stabili, dell'ingegnioso paesetto! E' di prammatica la prenotazione da farsi solo presso la locale sede della pro loco nei cui uffici sarete accolti dalla proverbiale cortesia dei suoi tre impiegati tre, felicissimi di estorcevi una adeguata mancia per potervi scarrozarvi in giro a farvi ammirare le notissime bellezze naturali del luogo. Infatti Lucupegnanodigiù è famosa per la mancanza di un panorama mozzafiato, ma sopratutto per la totale mancanza di reperti archeologici di epoca classica....boh!
  • Per finire suggerirei una rinfrescante e salutare gita per la bassa Sabina. Questa incantevole zona dove sarai accolta dalla proverbiale ed antichissima cortesia degli attoniti abitanti del luogo che saranno gioiosamente attratti dalla vs.presenza nei loro ameni spazi, dato che la loro sensibilità locale è rimasta stabilmente traumatizzata dal recente ratto delle Sabine, che come raccontano gl'anziani localifu "... messa in atto da una trucida banda di extracomunitari provenienti da un paesetto sulle rive di un torrente disseminato di collinette, posto giù giù a valle." L'accoglienza locale può variare dallo stato d'animo e dal periodo stagionale in cui Vi recherete in visita. Naturalmente si finisce sempre nello scherzoso gioco "...ti verso addosso 20 lt.di olio bollente per vedere come reagisci!" pare che questo sia il gioco preferito degli scarni e timorosi turisti di origine nipponica che si recano in timorosa visita degli ameni paesetti! Ma vuoi mettere l'aria,i paesaggi e gli animali che non si vedono per niente delle nostre affumicate ed inquinatissime cittadine?
Vabbè se V'interessa in una prossima puntata avrei da suggerirvi alcuni luoghi extra continentali da visitare....più o meno noti a noi pochi avventurieri del low cost, last minute e lost in the space!

Read 108 times Last modified on Sabato, 20 Ottobre 2018 10:41
Leonardo Magliacano

Nulla convallis bibendum velit, id vestibulum massa dapibus sed. Vestibulum ante ipsum primis in faucibus orci luctus et ultrices posuere cubilia Curae;


Festa d'aprile - storie partigiane scritte e disegnate


  • Un libro a fumetti per i 70 anni della liberazione
    Nel settantesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, un collettivo di autrici e autori si è proposto di raccontare, per immagini o attraverso la parola, alcune piccole e grandi storie legate a quell’importantissima e cruciale stagione per il nostro Paese, che fu la Resistenza. 

    Read more...

CONTATTI

Leo Magliacano

Cell: +39 340 0653908

Mail: festadaprile@gmail.com


Tiziano Riverso

Cell: +39 338 4901168

Mail: triverso@gmail.com